Lentamente

Se non ascolti le mie parole, padre, mi lasci bambino. Ogni stramaledetta volta in cui neghi quello che sono, pensando al me passato tu mi uccidi, pezzo a pezzo. Atomo ad atomo. Sogno a sogno. Non sono richieste opinabili ma bisogni quelli che chiedo. Necessità ineludibili come sedere davanti...

Il Bambino

Ruvidi suoni della città e queste coperte ammuffite di decisioni sospese e mai ricordate per tempo coprono pesantemente le mie ossa. Mentre respiro dubbi e paure, ripensamenti e scelte, silenzio e rumore, guardo me stesso dall’alto di un sogno che singhiozza, scalcia come un bambino imbizzarrito dal dolore del...