Acqua di Colori

Matite e penne di stoffa scura
per macchiare sul foglio
le vecchie fotografie dei tuoi occhi.
Sogni, o volontà di una donna
con un cappotto maschile,
e birre ed i tuoi sorrisi di circostanza.
Something to believe in.
<<Sei l’unico che mi ha visto dipingere.>>
E con la gamba accavallata e questo foglio in mano
sono uno scrittore di passaggio
con occhi annoiati e mani amorfe di pensieri.
Nella stanza accanto Chiazze di esseri che parlano
con orologi rotti al loro polso
ed una sigaretta in mano che continua a spegnersi.
Ma le ventitrè verranno presto,
e Siena sarà l’immagine di quella donna
senza volto
sul muro
del mio amico assente.

(Edoardo Montanari)

Audio: Acqua di Colori

Voce: Edoardo Montanari (1996)